Lo Junior Parma festeggia la qualificazione ai play-off per la promozione in serie A che contenderà al Redipuglia tra il 2 e il 9 settembre. La squadra di Begani ha raggiunto questo meritato traguardo superando nel recupero dell’incontro rinviato nel girone di andata il Rovigo sabato scorso per 4-3 sul diamante di via Parigi.

Nonostante diverse assenze i rossoblu sono riusciti a cogliere una vittoria decisiva grazie ad una prova maiuscola di tutto il gruppo. In particolare, si sono ritagliati un ruolo da  protagonisti il lanciatore Bettati,

Foto Bedodi

magnifico sul monte di lancio per 8.2 riprese, il “closer” improvvisato Enrico Zbogar, tornato sul monte di lancio dopo quattro anni e freddo al punto giusto per chiudere l’ultimo out al piatto. Determinante Pinazzi con il suo triplo da due punti con il quale ha sbloccato il risultato al terzo inning, fondamentale anche Matteo Scialpi, che ha dato il via ad un doppio gioco al sesto che ha impedito al Rovigo di portarsi in vantaggio e al cambio campo lo Junior ha segnato il punto della vittoria. Il traguardo raggiunto dai ragazzi di via Parigi rappresenta il giusto riconoscimento al progetto avviato tre stagioni fa da Francesco Cavazzini e dalla società, che ha come obiettivo la valorizzazione dei giovani prospetti di tutte le società della provincia nell’ottica in un loro futuro inserimento nelle squadre di vertice. E’ stato fino ad oggi il caso di Filippo Valenti, Saverio Amoretti, Fabio e Alessandro Mazza, Romano Bertolini, Stefano Censi, Leonardo Seminati. Tutti giovani, ancora in crescita, che hanno spiccato il volo da via Parigi. Un progetto che ha trovato quest’anno la chiusura del cerchio con l’inserimento di alcuni giocatori esperti di qualità che hanno garantito allo staff tecnico e ai compagni quell’affidabilità e quella continuità che nelle precedenti stagioni mancavano.

Ora i play-off, senza particolari pressioni, ma con la convinzione che questa squadra se la possa giocare con chiunque.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome