E’ partita ufficialmente la nuova avventura del Parmaclima, edizione 2019, con radar puntato su scudetto e European Cup.

Nel pomeriggio di ieri è stata infatti presentata la nuova squadra con una conferenza ben orchestrata dal nuovo ufficio stampa della società, all’interno di una gremitissima sala-hospitality dello stadio “Cavalli”.

All’evento, inizialmente programmato in piazza Garibaldi, poi saggiamente dirottato nella sede della società a causa delle cattive condizioni atmosferiche, erano presenti, oltre ai massimi dirigenti del club, le autorità politiche e sportive e, in rappresentanza degli sponsor istituzionale e tecnico, Luca Meli, presidente di Parma Clima e Angelo Gandolfi, presidente di Erreà. Presenza non secondaria, quest’ultima, in quanto proprio in occasione della presentazione ufficiale è stata svelata la nuova, secondo chi scrive, bellissima, casacca da trasferta. Si tratta in pratica della riproduzione della seconda maglia del Parma calcio 1913, in stile baseball. Soluzione già adottata dalla Rugby Parma, che unisce idealmente le maggiori esponenti dello sport cittadino a livello nazionale e fa da apripista ad alcune iniziative comuni che verranno svelate nel corso della stagione. Che sarà la 71’ per la maggiore società di baseball cittadina, che festeggia quest’anno, il 15 giugno, i 70 anni di vita. Quale miglior modo di festeggiare questo traguardo, se non quello di competere fino in fondo nelle due maggiori competizioni per club: il campionato italiano e la European Cup, alla quale, va ricordato, Parma prenderà parte in seguito alla rinuncia del Rimini (Anche se in realtà, con le vecchie regole la partecipazione sarebbe spettata di diritto al Parmaclima, finalista per lo scudetto). “Dispiace per il Rimini– ha dichiarato Luca Meli – <avversario storico e forte con il quale sarebbe stato bello competere ancora una volta>.

Ottimista il presidente Paolo Zbogar, soddisfatto per la costruzione di una squadra in grado di lottare per tutti gli obiettivi, nonostante qualche intoppo, di natura burocratica e non solo, abbia creato qualche problema nelle ultime settimane: <Alcuni problemi burocratici hanno ritardato l’arrivo di Casanova e del nuovo ricevitore cubano – ha commentato il direttore sportivo Renaud -. A questo devono essere aggiunti l’infortunio che ha costretto il lanciatore Pomponi ad un intervento chirurgico e i problemi fisici che hanno impedito a Grasso di superare le visite mediche. Per la sostituzione di Grasso abbiamo tesserato un ricevitore comunitario che sarà a Parma già domani sera mentre i due giocatori cubani raggiungeranno l’Italia entro mercoledì>.

Il nuovo ricevitore, secondo le informazioni in nostro possesso, se non è cambiato qualcosa negli ultimi tempi, dovrebbe essere il nazionale cubano Rafael Vinales, dal 2010, fino al 2018 a Las Tunas, con l’eccezione della temporada 2016/2017 a Camaguey. 23 fuoricampo, 122 punti battuti a casa, fino al 2018. Si tratta di un ricevitore, destro anche in battuta, che all’occorrenza può giocare in prima base e esterno. Classe 1992, nella speranza dei dirigenti e dello staff tecnico, dovrebbe portare in dote quella potenza mancata nella passata stagione.

Dopo la presentazione della squadra hanno preso la parola il manager Gianguido Poma e il capitano Leonardo Zileri che hanno sottolineato l’impegno, il lavoro e la serietà che hanno caratterizzato la preparazione invernale: Poma e Zileri hanno anche promesso di mettere in campo tutte le energie a disposizione per competere ai massimi livelli in campionato e nella prossima Coppa dei campioni.

Ha infine preso la parola Massimo Fochi, General manager del Parma baseball e responsabile del comitato organizzatore locale per il torneo di qualificazione olimpica. Se si qualificherà tra le prime cinque del prossimo campionato europeo l’Italia sarà ospite per tre volte del Nino Cavalli in un evento internazionale con pochi precedenti.

<Ci sarà bisogno di tutti – ha concluso Fochi -. Squadra, società, città e pubblico: dovremo remare tutti verso lo stesso obiettivo. Siamo chiamati a produrre uno sforzo molto importante: se lo faremo con lo stesso spirito mostrato lo scorso anno non ci sarà precluso alcun obiettivo>.

Nelle prossime ore, sul nostro canale Youtube, su questo sito e sui nostri canali social, potrete trovare i video girati in occasione della presentazione ufficiale ed altri contributi sulla squadra vice-campione d’Italia, in attesa dell’esordio in campionato, previsto per venerdì sera, tempo permettendo, allo stadio “Cavalli”, ospite il neo-promosso Godo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome