Tutto secondo copione, anche al “Casadio” di Godo, dove il Parmaclima fa valere la legge del più forte nel secondo incontro della prima giornata, completando la prima doppietta stagionale grazie alla netta vittoria per 7-2.

Molto positivo l’esordio nel massimo campionato del giovane lanciatore Mattia Aldegheri, che non ha accusato il peso dell’emozione, aiutato anche dalla partenza “sprint” dei suoi compagni in battuta. Dopo la prima metà del primo inning, Parma conduceva infatti già per 4-0, in virtù dei punti segnati sul doppio a sinistra con cui Mirabal ha spinto a casa Poma e sul lungo fuoricampo di Mercuri con Vinales e lo stesso Mirabal in base. A quel punto la pressione per Aldegheri era decisamente allentata e il ragazzo non ha deluso: Nelle prime quattro riprese il giovane talento veronese non concede punti mostrando buona padronanza del monte, un’incisiva palla veloce e un incoraggiante controllo dei lanci ad effetto.

Il Parma Clima allungava al quarto. Scalera apriva l’attacco con un singolo a destra, Koutsoyanopulos lo spingeva in terza con un doppio mal giudicato dall’esterno destro, Poma riceveva una base intenzionale e Mirabal batteva a casa il secondo punto personale della serata con una puntuale volata di sacrificio.

I padroni di casa hanno poi accorciato le distanze al quinto. Primo momento di difficoltà del match da parte di Aldegheri che  ha concesso due basi per ball consecutive ai fratelli Meriggi: dopo il sacrificio di Luca Servidei, la  corta volata di Monari e la terza base per ball dell’inning ad Evangelista. In situazione di due out e basi piene Gelli metteva in campo una comoda rimbalzante verso Paolini che si lasciava colpevolmente superare dalla palla: per i classificatori è una valida, per il Godo l’azione che permetteva di mettere due punti sul tabellone costringendo Guido Poma a sostituire Aldegheri con Oberto.

Immediata reazione del Parma Clima. Koutsoyanopulos inaugurava il sesto inning battendo il secondo doppio della serata, poi Sebastiano Poma realizzava il primo fuoricampo personale della stagione parcheggiando la palla ben oltre la recinzione a destra. Parma ritrova un rassicurante vantaggio di cinque punti difeso in modo convincente da un ispirato Oberto che in quattro inning concede soltanto un arrivo in base con quattro ball ad Evangelista.

L’attacco del Parma Clima ha poi sollevato il piede dall’acceleratore e la partita scivola rapidamente verso la conclusione, il 7 a 2 finale fotografa con precisione l’evidente superiorità

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome