Home Curiosità Il Parmaclima sogna Manny Ramirez

Il Parmaclima sogna Manny Ramirez

Massimo riserbo da parte della società, ma filtra la possibilità che un contatto ci sia. Per ora è solo un sogno, ma l'eventuale arrivo del fuoriclasse dominicano sarebbe un'autentica bomba mediatica per tutto il baseball italiano

0
130
Manny Ramirez con la divisa dei Boston Red Sox

Sembrava una boutade, anzi, una vera e propria burla, da dare in pasto ai “creduloni”, almeno era quello che pensavamo. Invece, la notizia di una trattativa tra il Parmaclima e Manny Ramirez, pubblicata in anteprima dal sito “Baseballmania” potrebbe avere più di qualche cosa di vero. Tanto che domani mattina potrete leggere al riguardo anche sulla Gazzetta di Parma, che, secondo le informazioni in nostro possesso, dovrebbe “sbatterla” in prima pagina, evento rarissimo per il baseball!

Inizialmente, alle nostre domande, un dirigente della società aveva risposto che al momento non c’era nulla di concreto. E in un certo senso è la verità, perché se qualcosa succederà è presto per dirlo, così come è presto per dire, eventualmente, su che termini si baserà la collaborazione. Con il passare delle ore, però, come spesso accade, qualcun altro qualcosa si è lasciato sfuggire.

Insomma, il Parmaclima sta veramente accarezzando il sogno di ingaggiare l’ex fuoriclasse, 48 enne, dei Boston Red Sox.  A livello di marketing sarebbe assolutamente un grande colpo. L’esposizione mediatica sarebbe assicurata e la curiosità travalicherebbe i confini del baseball.

Sul discorso tecnico, pur consci che in un livello come quello del baseball italiano attuale, anche a 48 anni, a patto che sia integro, un fuoriclasse come Manny Ramirez potrebbe trovare il modo di fare la differenza, permetteteci di sorvolare.

A questo punto l’operazione diventerebbe principalmente mediatica, il resto passerebbe in secondo piano, quindi inutile perdersi in discorsi e analisi che lascerebbero il tempo che trovano. Dal punto di vista del marketing, dell’effetto che avrebbe sugli appassionati, l’operazione potrebbe essere più che azzeccata. A patto di saperla vendere nel modo giusto, ovviamente.

L’unica cosa che ci lascia perplessi è la sua ultima avventura sui diamanti, datata 2017, in Giappone, durata solo poche settimane. Ecco, Parma non può permettersi di “sprecare” un visto solo per qualche settimana. Sarà importante che gli eventuali accordi con il giocatore siano chiari e che il giocatore stesso dimostri di avere la volontà di portarli a termine. Questo nel caso la società intenda tesserarlo come giocatore, perché in qualsiasi altro ruolo eventualmente dovesse venire, sarebbe un ingaggio perfetto, senza nessun dubbio.

Per ora, però, agli appassionati di baseball, non solo ai tifosi del Parma, non resta che aspettare e…sognare! Come si usa dire: “Se son rose….”

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome