Quando un giocatore di baseball ha una pagina su Wikipedia che parla di lui, significa che è importante. Carlos Contreras, lanciatore destro, nato a Santo Domingo l’8 gennaio del 1991 e appena tesserato dal Parmaclima, è uno di questi.

Ha sviluppato tutta la sua carriera a livello professionistico nell’organizzazione dei Cincinnati Reds. Inserito al termine della stagione 2012 nel roster dei 40 della squadra di MLB, ha esordito con la prima squadra il 21 giugno 2014, nella sfida contro i Toronto Blue Jays. Tra 2014 e 2015 ha collezionato 39 presenze nella massima categoria del baseball professionistico, con una media pgl di 5.51, 39 strike-out in 47.1 riprese. Come riporta il comunicato stampa del Parma baseball, “Al suo attivo anche un immaculate inningottenuto l’undici luglio 2014 contro i Pittsburgh Pirates:in quell’occasione eliminò consecutivamente al piattoJordy Mercer, Jeff Lockee Gregory Polancocon soli nove lanci.

Successivamente ha giocato nelle leghe indipendenti americane, nel campionato messicano e nelle leghe invernali di Messico, Repubblica Dominicana e Venezuela ed ha giocato fino allo scorso gennaio nel campionato nicaraguense con i Gigantes de Rivas chiudendo il torneo con un record di 2 vittorie e 3 sconfitte e una media pgl di 2.22.

Per la società di Luca Meli si tratta di un vero e proprio colpo, che potrebbe modificare sensibilmente le gerarchie del prossimo campionato.

Nelle ultime stagioni, più che in passato a far pendere l’ago della bilancia sono stati i lanciatori, in particolare quelli stranieri.  Una tendenza che, in un campionato sempre più livellato verso il basso, è destinata a ripetersi e consolidarsi.

In quest’ottica la scelta del Parmaclima di mettere insieme un robusto pitching staff composto dalla stella Contreras, dal graditissimo ritorno di Marcus Andre Habeck, annunciato nei giorni scorsi, dall’ex Oltretorrente Diaz, insieme agli italiani Aldegheri, Rivera, Francesco Pomponi e Fabiani va salutata con grande entusiasmo e fiducia. A

nche perché, come annunciato sempre dall’ufficio stampa del club, la società è intenzionata a sfruttare l’opportunità offerta dalla Federazione di usufruire di due ulteriori visti per giocatori extra comunitari nella seconda fase del campionato. Visti che la dirigenza è intenzionata a spendere per consegnare al manager Poma un secondo lanciatore extracomunitario e un forte interno, già individuati. La caccia al Bologna e al San Marino è iniziata e al Parmaclima sono determinati a portarla fino in fondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome