Home Serie A1 Saccardi: Fiducia e unità di intenti le chiavi per vincere

Saccardi: Fiducia e unità di intenti le chiavi per vincere

Il Parma baseball ha ufficializzato la nomina di Marcello Saccardi come manager del Parmaclima al posto di Gianguido Poma. La spiegazione del presidente Meli e l'entusiasmo del nuovo tecnico

0
27

Mentre il primo scaglione dei componenti della “mission Classic”, varata dalla federazione in vista dell’imminente rassegna professionistica iridata, era ospite nella villa di Mike Piazza a Marore, alle porte della città, l’ufficio stampa del Parma baseball ufficializzava, tramite un comunicato, la nomina di Marcello Saccardi alla guida tecnica della prima squadra per la prossima stagione. Una scelta quasi naturale, che era nell’aria da tempo e che, anzi, la società aveva in realtà già fatto lo scorso anno, salvo poi fare retromarcia e posticipare di una stagione.

Abbiamo fatto una profonda riflessione e ci siamo convinti che si fosse arrivati alla fine di un ciclo– sono le parole del presidente Luca Meli, diffuse dal comunicato stampa del club – con Gianguido abbiamo compiuto un viaggio di sei (in realtà, se la matematica non è un’opinione, sono cinque: 2018-19-20-21-22) anni, con gli ultimi due costellati di soddisfazioni e successi. Non è facile vincere la Coppa dei Campioni, un’impresa conquistarla due volte consecutive. Di questo devo essere grato a Gianguido Poma e ai suoi ragazzi. Grazie a loro siamo tornati ai vertici nazionali ed europei, raggiungendo l’obiettivo che mi ero prefissato quando sono entrato nel mondo del baseball. Con Saccardi lavoreremo nel segno della novità e della continuità, con la certezza di aver affidato la squadra ad un tecnico capace e ambizioso

Due parole, novità e continuità, solo apparentemente in antitesi tra di loro: continuità del progetto tecnico, della crescita della squadra, verso l’obiettivo che quest’anno è sfuggito di poco, mentre la novità sarà costituita dal metodo, attraverso il quale si cercherà di raggiungerlo.

<Desidero ringraziare la società per l’opportunità che mi è stata offerta – dichiara il nuovo manager del Parma Clima-. Allenare il Parma rappresenta una grande soddisfazione e una bella responsabilità. Io mi sento pronto: lavoro già da due anni in questa società, conosco l’ambiente e la squadra. Un grazie di cuore deve andare anche a Guido Poma: lo ringrazio per avermi coinvolto nelle ultime due stagioni nei processi decisionali dello staff tecnico, era il desiderio che avevo espresso nel momento nel quale ero entrato nel suo gruppo di lavoro>.

Marcello Saccardi ha vestito la casacca del Parma baseball, allora targato Cariparma, dal 1993 al 2000, poi nel 2007. E’ tornato, nelle vesti di “bench-coach” del manager Gilberto Gerali nelle stagioni 2010 e 2011, festeggiando la conquista del decimo scudetto e raggiungendo la finale di Coppa dei Campioni. Dal 2017 al 2020 ha guidato il Collecchio, infine, nel 2021 è entrato a far parte dello staff tecnico del Parmaclima, come collaboratore di Gianguido Poma.

Tra i giocatori e i tecnici in attività è colui che ha vinto di più con la casacca del Parma baseball: quattro scudetti (1 da tecnico), cinque coppe dei Campioni (due da tecnico), una Coppa delle Coppe, due Coppe Italia.

Raggiunge il massimo incarico per un tecnico parmigiano, convinto di poter imporre il proprio credo di allenatore e di superare lo scetticismo, le difficoltà e le divisioni, in seno alla squadra e alla società: “Ho parlato chiaramente alla società: i concetti fondamentali sono la fiducia reciproca e l’unità di intenti- sono le parole del nuovo manager – Vediamo se riusciamo a cambiare una situazione che negli ultimi anni si è venuta a creare e non porta da nessuna parte. Se lavoriamo insieme, avendo fiducia l’uno nell’altro, senza gelosie, potremo ottenere grandi risultati, diversamente non andremo da nessuna parte”

Nelle ultime settimane, infatti, pare che la società avesse avuto qualche dubbio, a causa del parere non positivo di alcuni “senatori” della squadra: “Ho chiesto alla società di parlare in fretta con tutti, perché voglio parlare a mia volta con tutti faccia a faccia”  ha spiegato Saccardi, come a dire che chi ci starà o meno dovrà dirlo subito e se ci starà dovrà esserne convinto al 100%.

L’obiettivo è chiaramente quello di vincere: “Parma, deve sempre competere fino in fondo – conclude lo stesso tecnico in un’intervista a Gianluigi Calestani per La Gazzetta di Parma – lo impongono la tradizione e la storia del nostro baseball. Al tempo stesso dovremo tenere d’occhio e inserire gradualmente qualche giovane promettente.”

Gianguido Poma, come anticipato dalla nostra testata nelle scorse settimane, resterà in società con l’incarico di supervisore del progetto di sviluppo dell’attività giovanile che il Parma baseball vuole seguire direttamente. In sostanza prenderà il posto di Gilberto Gerali, che ha interrotto il proprio rapporto di collaborazione per diversità di vedute.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome