La Crocetta baseball prosegue nel suo percorso di crescita. Dopo tre ottime salvezze in serie A, sempre con una squadra composta quasi interamente da ragazzi cresciuti nel proprio vivaio, è arrivato il momento di salire un altro gradino nel progetto di crescita pluriennale programmato dalla società. Per compiere questo passo non poteva esserci profilo migliore di quello di Gilberto Gerali cui affidare la guida tecnica della prima squadra. Una figura che per credibilità, carisma, professionalità è in grado di far fare il salto di qualità a tutta l’organizzazione. Raccoglie l’eredità, dopo quattro ottime stagioni, di Giuseppe Begani, che resta in società, assumendo un incarico all’interno del direttivo, con particolare attenzione al settore giovanile, interesse principale della società, che ha portato anche quest’anno due squadre alle finali scudetto, in collaborazione con Gianguido Poma, responsabile dello sviluppo atleti e del nuovo direttore sportivo Cristiano Ronchini.

Il presidente Ivan Ferrarini ci tiene a precisare che non si tratta di una rivoluzione, ma di “una scelta di continuità per il nostro progetto che prevede un percorso unitario dalla squadra Under 12 alla serie A, che deve rappresentare lo sbocco per tutti i nostri ragazzi. Gerali ci è sembrata la persona ideale, dal punto di vista della credibilità, del carisma e della professionalità, per diventare un punto di riferimento. Per i nostri giovani, ma anche eventualmente per chi potesse essere interessato a venire da fuori.”

Perché il progetto ambizioso della Crocetta è quello di creare un modello che possa diventare un esempio anche per altre società e diventare appetibile per future collaborazioni.

Anche il direttore sportivo Cristiano Ronchini è sulla stessa lunghezza d’onda del presidente, quando afferma che “Dal punto di vista tecnico, strategico e soprattutto etico– spiega – “Gibo” potrà può portare avanti coerentemente i punti cardine del nostro progetto che abbiamo sempre ritenuto fondamentali. Lo facciamo da anni, ma avevamo bisogno di unapersona che rappresentasse un valore aggiunto, senza nulla togliere all’importanza del lavoro svolto da altri fino ad oggi. In questo momento alla Crocetta abbiamo a disposizione un gruppo di tecnici di altissimo livello, probabilmente uno dei migliori in Italia”

Ronchini non sarà solo il direttore sportivo della prima squadra, ma avrà un ruolo di coordinamento del settore giovanile, in collaborazione con Gianguido Poma, per quanto riguarda Under 15 e Under 18, mentre Christian Tosini e Davide Menoni si occuperanno della parte riguardante le squadre Under 12. Lo staff della prima squadra sarà completato nelle prossime settimane, mentre il roster, che manterrà lo zoccolo duro delle passate stagioni, costituito dai ragazzi cresciuti nella Crocetta e sarà puntellato con l’innesto di giocatori funzionali al progetto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome